giovedì 19 luglio 2012

Su quale attività investire in un periodo di crisi come questo?



Carissimo amico,
oggi ti propongo un articolo Nuovo del nostro partner della Ristorazione, Azienda Italia, con un articolo scritto dal nostro corrispondente Cesarino Morellato, dal titolo:
"Su quale attività investire in un periodo di crisi come questo?"
Sicura che troverai l'articolo veramente interessante, ti auguro Buona lettura.
Claudia De Mori.


Inutile girarci intorno, la situazione nel bel paese può essere definita drammatica. Secondo i dati in possesso della Cgia di Mestre trentuno aziende ogni giorno, nel 2011, soprattutto di piccole dimensione, hanno dichiarato fallimento.
Nella sola Lombardia hanno chiuso 2.613 imprese, mentre alla fine della classifica regionale di un'ecatombe che ha fatto 11.615 vittime e lasciato a casa almeno 50mila persone, si pone la Valle d'Aosta con 9 aziende che hanno chiuso i battenti.

Il motivo principale di questi fallimenti una volta su tre è causato dal ritardo nei pagamenti. Un dramma vero e proprio, dunque, anche perché, molte bancarotte, sono state vissute dai proprietari come veri e propri fallimenti personali, tanto che sono numerosi i casi di imprenditori che si sono tolti la vita. 
E’ la crisi economica peggiore della storia, è un mondo diverso che sta cambiando. Sono numeri impietosi che potrebbero tagliare le gambe a qualsiasi imprenditore che volesse investire in un’industria.


Quali sono i settori che sono più in difficoltà?
La crisi non ha risparmiato nessun settore provocando un vero e proprio Tsunami all'interno delle aziende e delle famiglie delle persone coinvolte: professionisti messi in cassa integrazione e altri che sopravvivono solo con incentivi statali. Il settore dei trasporti, quello alimentare, chimico, tessile, per esempio, hanno fatto registrare la chiusura di migliaia di aziende negli ultimi anni. A nord e a sud del paese. Male anche i settori metalmeccanici ed edili. I lavori artigianali stanno pian piano scomparendo.

Dove investire dunque? Quale attività potrebbe portare guadagno?
L’unico settore che non conosce la crisi sembra essere quello dei beni di lusso. Prodotti da vendere o produrre per persone, cosiddette ricche. Parliamo di abbigliamento, vendita immobiliare di ville e case in zone rinomate.

La verità, però è che se si volesse investire in un’attività produttiva (qualsiasi settore si seglie) è necessario valutare tutti gli aspetti e monitorare costantemente la situazione e gli “aiuti” che lo Stato con il passare dei mesi potrebbe offrire per fare, in qualche modo, ripartire un’economica stagnante.

Non c’è un settore sicuro nel quale investire, certo, aprire una pizzeria o un bar o un pub in una grande città, dovrebbe "garantire" un bilancio in attivo, ma quante pizzerie, pub o bar ci sono già in queste città? 


Allora non basta soltanto “aprirne” una ma avere un’idea “diversa” che la possa distinguere dalle altre. 



Questo è il consiglio, se si hanno buone idee e l’esperienza giusta, allora ogni investimento potrebbe dare soddisfazioni. Non si deve aprire un’attività per il gusto di farlo ma lo si deve fare se siamo sicuri che quella attività sarà diversa dalle altre. Se abbiamo idee, voglia, passione e soprattutto coraggio di investire. Il successo non può essere garantito da nessuno e spesso dipende da fattori incontrollabili. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta per primo: i tuoi commenti aiuteranno altri e romperanno il ghiaccio!!
Ricordo a tutti che i commenti con scritto anonimo non verranno presi in considerazione, verranno totalmente cestinati, questo per la legge della trasparenza. I commenti che contengono parolacce o insulti verranno automaticamente cestinati!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

"